Glossario

Glossario

A B C D E F G H I K L M O P Q R S T V

A

Si dice che una valuta si apprezza quando il suo prezzo sale in risposta alla domanda del mercato; aumento del valore di un asset.

Analisi di notizie economiche e politiche con l'obiettivo di determinare i futuri movimenti del mercato finanziario.

Sforzo volto a prevedere i prezzi analizzando i dati del mercato, cioé i trend storici dei prezzi e le loro medie, i volumi di scambio, gli interessi aperti, ecc.

É un'operazione che consiste nell'acquistare un bene su un mercato rivendendolo su un altro mercato, sfruttando le differenze di prezzo al fine di ottenere un profitto. L'intera operazione deve essere senza alcun rischio per il trader.

Il prezzo di acquisto della valuta base. Acquistando la valuta base si investe sul rialzo della quotazione.

Il Dollaro Australiano

B

I dipartimenti ed i processi correlati al completamento delle transazioni finanziarie (cioè la conferma scritta ed il completamento degli scambi e la contabilità).

Un istituto governativo (o quasi-governativa) che gestisce la politica monetaria dei Paesi o delle aree economiche che condividono la medesima valuta. Ad esempio, la banca centrale degli USA è la Federal Reserve, quella europea è la BCE..

La Banca Centrale dell'Unione Monetaria Europea

Il prezzo offerto perdi vendita della valuta base. Acquistando la valuta base si investe sul ribasso della quotazione.

Valore delle esportazioni di un paese meno quello delle importazioni.

Registro delle transazioni col resto del mondo in un dato periodo di tempo.. Questi includono flussi di merci, servizi e capitali.

Un individuo, od un'azienda che fungono da intermediari, facendo incontrare acquirenti e venditori, solitamente a fronte del pagamento di una commissione.

Bundesbank, Banca Centrale Tedesca.

C

Processo mediante il quale uno scambio viene registrato nei libri contabili della controparte come transazione. La chiusura di scambi valutari potrebbe o meno comportare lo scambio fisico di una valuta per un'altra.

Tariffa sulla transazione imposta da un broker.

Situazione del conto comprensiva del profitto/perdita delle posizioni aperte.

Impegno a scambiare beni o strumenti ad un prezzo prefissato in data futura. La differenza principale fra un Future e un Forward è che i Futures vengono scambiati in mercati regolamentati (come la Borsa.), mentre i Forwards, sono considerati contratti "Over the Counter" (OTC) quindi scambiati in mercati non regolamentati.

La parte, banca o cliente, con la quale è compiuta la transazione.

Le due valute che costituiscono un tasso di cambio. Ad Esempio: EUR/USD

D

La data in cui avviene uno scambio.

Data nella quale le controparti di una transazione finanziaria concordano di ottemperare ai reciproci obblighi,cioè scambiandosi i pagamenti. Per transazioni valutarie spot, la data di valuta corrisponde a due giorni lavorativi successivi.

Apertura e chiusura di una o più posizioni nella stessa sessione di scambi.

Individuo o azienda che agisce come speculatore o controparte in una transazione.

Saldo negativo di uno scambio o di un pagamento.

Effettiva consegna in cui entrambe le parti trasferiscono il possesso delle valute scambiate.

Declino del valore di una valuta dovuto a forze di mercato.

Contratto che cambia di valore in relazione al prezzo dei movimenti di una security, di un future o di un altro strumento fisico sottostante. L'Opzione è lo strumento derivato più comune.

E

La valuta dell'Unione Monetaria Europea (UME) che ha rimpiazzato l'Unità di Conto Europea (ECU).

F

La Banca Centrale degli Stati Uniti.

Il non essere né lungo né corto equivale ad essere piatti o bilanciati. Si ha un bilancio piatto se non ci sono posizioni o se queste si annullano a vicenda.

Comitato monetario della Federal Reserve.

Il simultaneo acquisto di una valuta e vendita di una seconda valuta in un mercato Over The Counter.

Il tasso di cambio prefissato per un contratto in valuta estera da chiudere in data futura, basato sul differenziale del tasso d'interesse delle due valute coinvolte.

Il Forward Rate Agreement (F.R.A.) è un contratto su tassi di interesse in base al quale due controparti si impegnano a scambiare ad una data futura prestabilita un certo ammontare di liquidità.

G

I cinque paesi più industrializzati: USA, Germania, Giappone, Francia, Regno Unito.

I sette paesi più industrializzati: USA, Germania, Giappone, Francia, Regno Unito, Canada, Italia.

Ordine impartito per vendere o comprare ad un prezzo stabilito. Il GTC rimane in essere finché non viene eseguito o cancellato.

Prodotto interno lordo più introiti di investimenti o lavoro all'estero.

Tipo di grafico che consiste di quattro punti significativi: i prezzi altimassimo e bassiminimo, che formano la barra verticale, il prezzo d'apertura, che è marcato concontraddistinto da una piccola linea orizzontale sul lato sinistro della barra, ed il prezzo di chiusura, che è marcato concontraddistinto da una piccola linea orizzontale sul lato destro della barra.

Grafico che indica le variazioni di scambio nell’intervallo scelto e mostra i prezzi di apertura e chiusura dello stesso intervallo. Se il prezzo d'apertura è maggiore di quello di chiusura, il rettangolo fra i due prezzi sarà verde (o nero) . Se il prezzo di chiusura è maggiore di quello d'apertura, il rettangolo sarà rosso (o bianco).

Ordine impartito ad un Dealer di vendere o comprare ad un prezzo stabilito. Il GTC rimane in essere finché non viene eseguito o cancellato.

H

Posizione o combinazione di posizioni che riducono il rischio della posizione primaria.

Solitamente il prezzo di scambio più alto e più basso per lo strumento interessato nell'attuale giornata di contrattazioni.

I

Variabili economiche che si ritiene possano predire la futura attività economica (come Disoccupazione, Prezzi al Consumo, Prezzi all'Ingrosso, Reddito Personale, Tassi di Interesse, Tasso di Sconto, e tasso sui Fondi Federali).

Condizione economica in cui si verifica un aumento dei beni di consumo, che erode conseguentemente il potere d'acquisto.

Azione intrapresa da parte di una banca centrale per influenzare il valore della propria valuta entrando nel mercato. L'intervento coordinato è un'azione intrapresa da un certo numero di banche centrali per controllare i tassi di cambio.

K

Il Dollaro Neozelandese.

L

Altrimenti detto margine. Rapporto fra l’importo utilizzato per aprire una transazione e l’importo della transazione stessa.

Tasso Offerto dalla London InterBank Le grandi banche internazionali usano il LIBOR quando prendono capitali in prestito da altre banche.

Abilità di un mercato di accettare grosse transazioni con minimo impatto o nessun impatto sulla stabilità dei prezzi.

Tecnica usata nelle analisi tecniche che indica un limite massimo e minimo per i prezzi, raggiunti i quali il tasso di cambio si corregge automaticamente. Contrario della resistenza.

Acquisto di una merce, strumento finanziario o valuta il cui apprezzamento produce profitti all’investitore. In contrasto con Short (Corto)

Il Dollaro Canadese.

Unità di misura dell'ammontare dello scambio. A questo valore corrisponde sempre un numero intero.

M

L'interesse richiesto che un investitore deve depositare per garantire una posizione.

Deposito iniziale di capitali richiesti come garanzia per aprire una posizione.

Intermediario finanziario che quota regolarmente prezzi sia di domanda che offerta e che è pronto a scambiare qualsiasi strumento finanziario.

Mercato contraddistinto da un periodo prolungato di prezzi in calo, accompagnato da un diffuso pessimismo.

Mercato contraddistinto da un periodo prolungato di prezzi in aumento. (Contrario del mercato orso)

O

Ordine contingente in cui l'esecuzione di una parte dell'ordine cancella

Accordo che permette al portatore di avere l'opzione di comprare/vendere una specifica security ad un certo prezzo entro un certo tempo. Due tipi di azioni - call e put. Una call è il diritto di comprare mentre una short è il diritto di vendere. Le opzioni call e put possono essere scritte o comprate.

Un ordine è un'istruzione di scambio, data da un cliente ad un broker. Un ordine può essere impartito ad un prezzo specifico od al prezzo di mercato. Inoltre, può essere valido fino alla sua esecuzione o fino alla chiusura delle contrattazioni.

Ordine di comprare/vendere al miglior prezzo disponibile quando l'ordine raggiunge il mercato.

Ordine che chiude la transazione ad un tasso di cambio predeterminato o apre una transazione ad un prezzo peggiore del prezzo attuale.

P

Una posizione è uno scambio espresso in termini di acquisto o vendita. Può riferirsi ad una somma di valuta posseduta o dovuta da un investitore.

Uno scambio attivo con relativi profitti & perdite non realizzati, che non è stato bilanciato da uno scambio uguale ed opposto.

Esposizioni in valute straniere che non esistono più. Il processo di chiusura di una posizione consiste nel vendere o comprare un certo quantitativo di valuta per controbilanciare lo stesso importo della posizione aperta.

Posizione d'investimento che beneficia di un calo nel prezzo di mercato. Quando la valuta base viene venduta, la posizione è detta "corta"

Posizione che guadagna se aumenta il prezzo del mercato. Quando la valuta base viene comprata, la posizione è detta "lunga"

Scambio che rimane aperto fino al successivo giorno di contrattazione.

L'attuale prezzo di mercato. La chiusura di transazioni spot avviene solitamente entro due giorni lavorativi.

Tasso d'interesse al quale le banche USA concedono prestiti ai loro migliori e più importanti clienti.

Il numero di pips aggiunti o sottratti dall'attuale tasso di cambio per calcolare un prezzo forward.

Termine usato nel mercato valutario per rappresentare la più piccola variazione incrementale che un tasso di cambio possa subire. A seconda dele coppie di valute, normalmente un punto base (0.0001 nel caso di EUR/USD, GBD/USD, USD/CHF e 0.01 nel caso di USD/JPY).

Q

Prezzo di mercato indicativo; mostra inoltre l’High Bid (il prezzo Bid più alto di giornata) e Low Ask il prezzo più basso per un bene in un dato momento.

R

Un recupero del prezzo dopo un periodo di calo.

Differenza fra il prezzo più alto e quello più basso di uno strumento registrato nel corso di una sessione di trading.

Termine utilizzato nell'analisi tecnica che indica uno specifico livello di prezzo che una valuta non riesce a superare. Il reiterato mancato superamento di quel prezzo produce un andamento che può essere generalmente rappresentato da una linea retta.

Rischio di incappare in perdite risultanti da una variazione avversa dei tassi di cambio.

Processo in cui la chiusura di uno scambio è spostato in avanti ad una data successiva. Il costo di questo processo è basato sul differenziale fra i tassi d'interesse delle due valute.

S

Situazione del conto escluso profitto/perdita delle posizioni aperte.

Andare 'corti' significa aver venduto uno strumento senza effettivamente possederlo, ed avere una posizione corta con l'aspettativa che il prezzo diminuisca cosicché possa essere riacquistata in seguito per trarne un profitto.

Transazione che avviene immediatamente, ma in cui i fondi passano di mano entro due giorni dall'accordo.

Differenza fra prezzo Bid e prezzo Ask; usato per misurare la liquidità del mercato. Spread più bassi solitamente significano maggiore liquidità.

Aggiustamento deliberato verso il basso del prezzo di una valuta, di norma dopo un annuncio ufficiale.

Contratto stipulato fra due controparti che si scambiano nel tempo un flusso di pagamenti denominati in due diverse valute. Si pone quale scambio a pronti di una determinata valuta e nel contempo uno scambio dello stesso importo, ma di segno opposto, a una data futura prestabilita.

T

Tassi di cambio ai quali le banche internazionali quotano per altre grandi banche internazionali.

Tasso di cambio ufficiale fissato dalle autorità monetarie per una o più coppie di valute.

Minima variazione di prezzo, al rialzo o al ribasso.

Operazione di swap o deposito di mercato monetario o valutario in cui la data di decorrenza coincide con il giorno lavorativo successivo a quello corrente mentre quella di scadenza con il giorno lavorativo seguente.

V

Qualsiasi tipo di denaro emesso da un governo o da una banca centrale, avente corso legale e costituente la base degli scambi.

In inglese Base Currency. É la valuta di sinistra che compare nella coppia; quella a destra invece viene denominata “valuta secondaria”. La quotazione che appare indica il valore in valuta secondaria di un’unità di valuta base.

La volatilità rappresenta la misura della correlazione tra variazione del rendimento del titolo rispetto al mercato di riferimento. All'alta volatilità è associato un alto grado di rischio.

La somma dei contratti scambiati in un dato intervallo di tempo.

Il Trading su FOREX / CFD comporta un notevole rischio di perdita dell'intero investimento. Leggi di più